Il tema

MECI 2017 tenta un accostamento inedito per la manifestazione, quello tra edilizia e turismo, seguendo un percorso iniziato già nel 2015 da Regione Lombardia con le nuove normative per la promozione del territorio.

Un tema mai affrontato prima, maturato costatando come le due filiere abbiano molto da guadagnare da una collaborazione più stretta: la realtà del territorio lombardo ha moltissimo da offrire ai turisti di tutto il mondo, e non basta avere a disposizione bellezze naturali, artistiche e culturali, ma occorre sapere come meglio promuoverle in un’ottica di accoglienza inclusiva.

Gli obiettivi

L’intento del focus edilizia e turismo è quello di mettere in relazione gli operatori della filiera edilizia con le nuove modalità di “costruzione del territorio”, che prevedono la ristrutturazione, riqualificazione e ridestinazione di immobili esistenti, perseguendo lo scopo di valorizzare, attraverso l’innovazione e le nuove tecnologie, la tradizione che contraddistingue luoghi storici ed evocativi. Ciò che si viene a ricreare va ben oltre al semplice spazio in cui muoversi e dove villeggiare, ma agisce sulla sfera delle emozioni mirando a generare delle vere e proprie esperienze legate al territorio.

Le iniziative

Consapevole dell’esigenza di far comprendere agli operatori l’importanza della relazione tra edilizia e turismo, MECI ha deciso di includere nella propria rassegna una serie di iniziative in grado di accrescere la consapevolezza delle possibilità offerte dalla dimensione turistica del settore costruzioni.

Diversi gli incontri ed i workshop incentrati sulla crescita degli operatori grazie ad architetti esperti e a docenti di materie quali il Diritto amministrativo ed il Marketing delle Imprese turistiche: dal business plan alla legislatura turistica, passando per i sistemi territoriali innovativi nati dal connubio tra urbanistica, architettura e paesaggio, le diverse aree in cui si declina l’accostamento tra edilizia e turismo vengono spiegate approfonditamente in incontri compatti della durata di mezz’ora circa.

Ma la formazione è più facile attraverso esempi: è per questo che la parte del leone, nel processo educativo messo in campo da MECI, la svolgono le Case History del territorio lombardo. Una serie di realizzazioni e di progetti caratterizzati dall’innovazione nel rispetto della tradizione vengono presentati durante brevi interventi, che mettono in luce le mille possibilità offerte dall’edilizia alla filiera del turismo. Si va da Como a Milano, da Sondrio a Monza, andando a toccare ville, alberghi, agriturismi e soluzioni residenziali atipiche per mettere a disposizione una panoramica il più ampia possibile sugli interventi possibili in aree da sempre fortemente connotate da tratti storici inconfondibili.

A chiudere il focus su edilizia e turismo ci sono i progetti messi in campo dai ragazzi delle superiori nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro. La ridestinazione di immobili a scopo turistico e ricettivo viene illustrata in elaborati esposti per tutta la durata della MECI, a scopo didattico/competitivo in vista di un vincitore finale