L’idea

Recuperare le tradizioni dei cascinali della campagna comasca tramite soluzioni architettoniche innovative: questo l’obiettivo perseguito nella ridestinazione dell’Agriturismo La Cassinazza di Orsenigo.

Un esempio importante direttamente dal territorio dove MECI ha visto i suoi natali, l’Agriturismo contribuisce al focus su Turismo e Edilizia proponendo inedite reinterpretazioni dei locali una volta adibiti ad utilizzo rurale, convertiti ora in spazi abitativi moderni e funzionali.

Case History: Agriturismo La Cassinazza

La struttura dell’attuale Agriturismo La Cassinazza è ricavata sugli immobili di un’antica cascina tipica, utilizzata storicamente come fattoria e fienile.

Negli anni ’70 comincia l’opera di riqualificazione, trasformandola in azienda agricola e alla fine degli anni ’90 diventa a tutti gli effetti un agriturismo. Peculiarità dell’intervento è il recupero consapevole di edifici tradizionali, perseguendo canoni di agibilità ed abbattimento di barriere architettoniche, nonché ricerca di standard adeguati per il risparmio energetico. I materiali utilizzati sono stati scelti nel rispetto dei canoni architettonici che contraddistinguevano lo stile contadino dell’epoca, mentre il progetto ha comportato la creazione di ambienti nuovi, tra cui 5 camere per circa 30 posti letto, con servizi quali tv, telefono, frigo bar e internet wi-fi.

La struttura è un esempio di relazione con il territorio e valorizzazione della realtà locale contadina, arricchita dai servizi offerti dal ristorante tipico con uso di prodotti a km 0 e dalla presenza di animali allevati come da tradizione.

L’appuntamento

Far conoscere realtà come quella dell’Agriturismo La Cassinazza è uno degli impegni che la MECI ha deciso di prendersi quest’anno.

L’edilizia ha molto da guadagnare da un confronto costante con la sfera del turismo, e casistiche come quella che sarà presentata lunedì 27 marzo dalle 17.00 alle 17.30 offrono agli operatori di settore spunti importanti e occasioni di networking.